FATTURA ELETTRONICA EUROPEA: DAL 2020 IL FORMATO PEPPOL

L’Italia è uno dei pochi paesi in Europa a rendere la fattura elettronica obbligatoria. Dopo questo primo traguardo si sta già  parlando di digitalizzazione delle fatture in tutta Europa. La Fattura Elettronica Europea utilizzerà il formato PEPPOL.


PEPPOL È UN NUOVO FORMATO

Il significato di PEPPOL è Pan-European Public Procurement On-Line che è un formato promosso dalla Commissione Europea che ha individuato delle specifiche tecniche per agevolare l’e-Procurement e lo scambio di dati tra i vari paesi europei.

Con questo formato tutte le aziende in Europa sono in grado di scambiarsi  documenti elettronici avvalendosi degli intermediari che ne garantiscono la sicurezza. Anche noi grazie alla partnership con aziende abilitate a operare come intermediarie e membre dell’associazione OpenPeppol e Access Point Certificato.

Tra le regioni, l’Emilia Romagna si è già dotata di PEPPOL con la delibera 287/2015. In Emilia Romagna dal 1° gennaio 2017 tutti gli altri enti regionali hanno dovuto dotarsi di PEPPOL per emettere ordini e DDT (documenti di trasporto).

NEL 2020 SI PARTE CON PEPPOL?

Gli stati che partecipano al progetto PEPPOL sono 11: Austria, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Norvegia, Portogallo, Svezia e Regno Unito. A questi si aggiungono anche Irlanda, Belgio e Spagna.

PEPPOL dovrebbe diventare il principale modo di fatturazione in Europa entro il 2020.

Come ogni data che arriva dall'"Alto" sarà sicuramente passibile di cambiamenti, ma la cosa importante è prepararsi in tempo per affrontare anche questo grande cambiamento.

  Puoi contattarci direttamente, senza impegno: TEL. 3492534626 | ATTRAVERSO IL MODULO CONTATTI DEL NOSTRO SITO
Seguici sui nostri canali social.
Seguici sui nostri canali social