COME GESTIRE LE CAMPAGNE GOOGLE ADS

Il microcosmo Google è davvero una giungla infinita di strumenti che in qualche modo ricadono sulla visibilità del tuo brand all’interno del motore di ricerca più utilizzato (Google).
In questo post vogliamo dare un primo focus sulle opportunità date dallo strumento Google ADS che ti permette di raggiungere i potenziali clienti attraverso delle campagne d'asta che visualizzano i tuoi annunci quando l'utente effettua delle ricerche su Google.

Come funziona Google ADS?


Google ADS permette di creare diversi tipi di campagne, che possono essere visibili nei risultati di ricerca all’interno della SERP, quando si visita un sito, quando si vedono dei video oppure mentre si ricerca un prodotto attraverso la piattaforma Shopping.
Lo strumento Google ADS è un complesso ambiente dove esperti preposti effettuano tutte le configurazioni necessarie per far funzionare le campagne.

Prima di partire con qualsiasi campagna è importante affidare a degli esperti di settore lo sviluppo di un'analisi che viene chiamata “Prospetto di Campagna”. Quest’ultima ha come obiettivo di studiare il settore interessato, i competitor, le parole chiave e il loro costo medio, il trend delle ricerche effettuate e il sito che si vuole pubblicizzare in modo tale da avere un quadro chiaro di quali campagne attivare e quali parole chiave utilizzare. È un lavoro certosino che sfrutta anche dei Tools esterni, permettendo di prospettare al cliente i risultati che si possono ottenere dalla sponsorizzata Google, sia in termini di spesa, che di click sull’annuncio andando a determinare il famoso CTR (numero di click ricevuti dall’annuncio diviso per il numero di volte in cui l’annuncio è stato visualizzato), ovviamente senza promesse miracolose.

Avendo disponibili i dati sopra citati, si passa al settaggio della piattaforma Google ADS, che prevede una serie di setup necessari per farla funzionare al meglio.
Questa attività consiste nella configurazione dell’account del cliente, il collegamento con la piattaforma di analisi Analytics, l’inserimento degli script opportuni per il collegamento al sito che si vuole pubblicizzare e altre eventuali integrazioni di codice che possono essere utili, ad esempio il remarketing dinamico.

Finita la configurazione, dopo aver definito il budget da investire, possiamo creare le campagne e possiamo dare il via alla loro pubblicazione nella rete.

Da questo momento inizia l'attività del monitoraggio continuativo che prevede tutta una serie di verifiche e interventi giornalieri atti a migliorare l'andamento delle campagne, esempio:
  • targhetizzazione;
  • qualità degli annunci;
  • costo delle parole chiave;
  • gestione dei gruppi di utenti in base alle pagine visitate;
  • aggiunta e rimozione di parole chiave;
  • ottimizzazione del budget e distribuzione sulle varie tipologie di campagna;
  • test di nuove funzionalità e tipi di campagna;
  • verifica e posizionamento delle campagne.

Quali sono i tipi di campagna disponibili su Google ADS?

  • Campagne sulla Rete di Ricerca;
  • Campagne sulla Rete Display;
  • Campagne Video;
  • Campagne Shopping;
  • Campagne App universale;
  • Campagne Locali.


Seguiranno degli articoli specifici per ogni tipo di campagna.

Concludiamo con un consiglio. Viste tutte le criticità di creazione e manutenzione delle campagne Google ADS, crediamo che per la gestione delle stesse, sia opportuno affidarsi a dei fornitori certificati in modo tale da garantire con una minima spesa il massimo ritorno di investimento.

Contattaci per una consulenza e per avere il tuo prospetto di campagna.
  Puoi contattarci direttamente, senza impegno: TEL. 3492534626 | ATTRAVERSO IL MODULO CONTATTI DEL NOSTRO SITO
Seguici sui nostri canali social.
Seguici sui nostri canali social